Jellyfish Watching: riconoscimento e biomonitoraggio delle meduse nel Mar Mediterraneo

Questo Corso di Formazione mira a formare i partecipanti sul riconoscimento e le tecniche di bio-monitoraggio delle meduse nel Mar mediterraneo. Il Corso di formazione sarà in modalità in presenza e  composto di 6 ore di lezione frontale in aula, suddivise in due diversi momenti e 1 uscita pratica di Jellyfish Watching in mare.

Il riconoscimento delle specie è la prima chiave per i diversi piani di monitoraggio, quindi per prima cosa imparerete  a conoscere cosa è e come è fatta una medusa e a riconoscere le diverse specie di meduse che popolano il Mar Mediterraneo.

Vi forniremo le schede tecniche dettagliate di ogni singola specie, ne studieremo la biologia, le caratteristiche zoologiche e i diversi comportamenti . Visualizzeremo filmati e video delle diverse specie di meduse, imparerete a capire quali sono le condizioni meteo marine e i luoghi più favorevoli per gli avvistamenti.

Imparerete le pratiche per gestire le osservazioni in sicurezza e senza recare danno all’animale e sopratutto le distanze  e le tecniche efficaci per effettuare le osservazioni e il bio-monitoraggio in totale sicurezza per l’osservatore.

Vi renderemo anche consapevoli delle diverse campagne di bio-monitoraggio già attive nel Mar Mediterraneo che vi renderanno partecipi in prima persona di queste campagne di ricerca e osservazione e acquisizione dei dati, promuovendo insieme la Citizen Science come chiave dell’Educazione Ambientale e della Conservazione Naturalistica.

L’esempio virtuoso che abbiamo e che intendiamo portare avanti con questo Corso di Formazione è la Campagna “Occhio alla Medusa” partita nel 2010 proprio dall’Università del Salento durante la formazione di molti Biologi Marini che oggi fanno parte dello staff di Naturalmente Salento.

Gli oceani del globo stanno sempre più mostrando un aspetto a cui non eravamo abituati. Prima erano popolati da pesci, mentre ora sono popolati da meduse. Si dice, quindi, che ci sia un cambiamento di regime. I pesci sono diminuiti per un motivo molto semplice: li abbiamo presi noi. La natura aborre il vuoto, e se un attore viene meno (in questo caso i pesci) un altro attore prende il suo posto (in questo caso le meduse).

La parola meduse non descrive correttamente il fenomeno, bisognerebbe dire “il plancton gelatinoso”. Sono molto pochi gli studiosi di questa porzione della biodiversità e la presenza di plancton gelatinoso è irregolare. Non si può prevedere quando sarà presente, e questo lo rende molto difficile da studiare. Per questo motivo Ferdinando Boero, aiutato da Stefano Piraino, Cinzia Gravili e da Emanuele Prontera, ha ideato la campagna Occhio alla Medusa, nell’ambito delle attività previste nel suo ruolo di presidente del Comitato Ecosistemi Marini della Commissione per il Mediterraneo (CIESM). A questa campagna si sono associati il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare (CoNISMa) e l’associazione ambientalista Marevivo.

Lo slogan Occhio alla Medusa non avrebbe avuto la stessa efficacia se fosse stato, come la terminologia scientifica richiede: Occhio al plancton gelatinoso! Centinaia e centinaia di cittadini hanno risposto all’appello di Boero, ed è stato possibile, ricostruire la presenza lungo le coste italiane delle principali specie di plancton gelatinoso del Mediterraneo.

La scienza dei cittadini è uno strumento indispensabile per avere informazioni su eventi imprevedibili e difficili da studiare con i mezzi disponibili. La campagna ha vinto il primo premio assoluto “Best Communication Award” al salone Big Blu di Roma e il premio come miglior campagna scientifica, sempre nell’ambito della stessa iniziativa.

I risultati della campagna hanno raggiunto la copertina di Time magazine e sono stati menzionati anche dal New York Times. Nel 2010 la campagna pilota, sperimentata con successo lungo gli ottomila chilometri di coste italiane, è stata estesa a tutto il bacino del Mar Mediterraneo e il manifesto, realizzato dall’artista Alberto Gennari e dal grafico Fabio Tresca (con la collaborazione del grafico Giuseppe Guarnieri), è stato tradotto in tutte le lingue dei popoli del Mediterraneo. La campagna è stata adottata dal mensile Focus, che le ha dedicato uno spazio sulla sua pagina web, per seguire in tempo reale le segnalazioni del pubblico.

Per tenere il fenomeno della proliferazione delle meduse sotto controllo e sapere quel che avviene a livello di bacino del Mediterraneo, La Commissione Internazionale per l’Esplorazione Scientifica del Mar Mediterraneo (CIESM) anche in collaborazione con Marevivo, ha predisposto questa rete di osservatori sulle meduse, coinvolgendo sia la comunità scientifica sia gli osservatori “casuali” che, da una spiaggia o da un traghetto, possono diventare preziose vedette… di meduse.

Abbiamo visto che le meduse possono arrivare all’improvviso e altrettanto all’improvviso scomparire. Quasi mai queste apparizioni sono registrate scientificamente. La distribuzione e l’operatività dei biologi marini non è tale da poter apprezzare questi fenomeni in modo fedele. Le meduse, soprattutto quelle più grandi, sono ben visibili e le poche specie di importanza diretta per l’uomo sono facilmente identificabili. Tutti possono segnalarle. Magari corredando la segnalazione con una foto digitale, presa anche con un telefonino. Potrete scaricare il poster che contiene le illustrazioni delle specie più importanti e si chiederà di spedire le informazioni ai coordinatori del progetto “Occhio alla medusa”.

Tutte le informazioni saranno raccolte in un database che permetterà di sapere dove sono più abbondanti. Ogni avvistamento dovrebbe contenere informazioni sulla specie (alcune le vedete raffigurate in questo articolo) e sulla sua abbondanza. Una foto digitale sarà di grande aiuto.

Fateci sapere se vedete:

  1. individui isolati (questo è importante perché le proliferazioni di meduse iniziano all’improvviso, con pochi esemplari isolati che poi, a volte, possono diventare tantissimi)
  2. molti individui distanziati tra loro, in mare aperto
  3. molti individui raggruppati in strisce (ci sono particolari correnti, dette di Langmuir, che radunano il plancton, e anche la spazzatura, in tipiche strisce)
  4. moltissimi individui a formare uno sciame diffuso
  5. molti individui spinti dal vento lungo la costa, o in un porto (questi eventi avvengono alla fine del ciclo biologico, quando le meduse liberano i gameti e si formano le larve e poi i polipi)
  6. meduse spiaggiate

 

Riepilogo delle lezioni e delle Attività sul Campo

Lezione 1 – Teoria (2 ore)

Jellyfish Watching: introduzione al corso, definizione di obiettivi e aspettative. Cosa sono le meduse, Biologia e Zoologia generale delle meduse, cicli vitali  e riproduzione delle meduse Ecologia delle meduse presenti nel Mar Mediterraneo. Biodiversità del plancton gelatinoso.


Lezione 2 – Teoria (2 ore)

Jellyfish Watching: guida all’osservazione e al riconoscimento delle specie di meduse presenti nel Mar Mediterraneo, analisi delle schede per il riconoscimento, tecniche di  avvicinamento ed osservazione delle meduse. Guida alle campagne di biomonitoraggio.

Uscita Pratica in mare: Jellyfish Watching

Uscita pratica ed avvistamento in mare delle meduse: si sceglierà la location in base alle condizioni meteomarine favorevoli per gli avvistamenti, si uscirà in mare con kayak e canoe messi a disposizione da noi, l’attrezzatura Snorkeling sarà fornita da noi, se avete quella personale portatela. Avvisteremo le meduse e faremo osservazioni di JellyFish Watching ravvicinate, faremo foto e segnaleremo insieme le specie avvistate.

Consegna del Diploma Jellyfish Watcher e festa con Cena Sociale*

Sottolineiamo che i corsi CBE non sono corsi professionali che prevedono un’automatica iscrizione all’AIGAE al termine del percorso formativo. Sono invece, come illustrato sul sito AIGAE, “corsi per la cittadinanza, con l’obiettivo di diffondere la pratica dell’Educazione Ambientale e dell’escursionismo nella natura e di fornire agli utenti le nozioni base per affrontare in sicurezza e con il giusto livello di preparazione la pratica escursionistica in mare e migliorarne la consapevolezza e l’autonomia.”

Professionalizzazione

Il diploma Jellyfish Watcher sarà valutato quale credito formativo nei corsi di formazione professionale organizzati da AIGAE

INFORMAZIONI TECNICHE 🔎

Attività: Corso di Formazione sul Jellyfish Watching, Lezioni teoriche in sala (Indoor), lezioni pratiche sul campo (Outdoor) Snorkeling, Educazione Ambientale, Laboratori di Educazione Ambientale

Cosa portare in aula: Strumenti di cancelleria per appunti
Cosa portare durante le attività sul campo: zaino🎒, borraccia acqua 07-1l, pranzo al sacco, cibi e bevande energetiche 🥙 tarallucci, frutta secca🌰, barrette energetiche.
Abbigliamento consigliato durante le attività sul campo: abbigliamento escursionistico adatto alla stagione, maglietta cotone traspirante👕, pantaloncini corti da mare, costume, asciugamani, scarpette da scoglio, cappellino, occhiali da sole, protezione solare (>30).
Attrezzature consigliate durante le escursioni e le attività sul campo: Attrezzatura da Snorkeling personale, macchina fotografica📷 subacquea, fischietto segnalatore.
►►Attrezzature fornite durante le attività di Jellyfish Watching:
Kit Kayak/Canoa: Kayak/Canoa singola, biposto, tripla, pagaie, giubbotti di salvataggio, box/borse a tenuta stagna, porta cellulare tenuta stagna
Kit Snorkeling: maschera, boccaglio, maschera Easy Breath, pinne, scarpette da scoglio, tavoletta, muta su richiesta.

DETTAGLI ATTIVITÀ di Jellyfish Watching🔍

►Lunghezza percorsi in mare: 🔃  4 km circa
►Durata 🕗: 3/4 ore (Mezza Giornata)
►Livelli📶: T (Turistica) / E (Escursionistica)
►Difficoltà🚦: Semplice 👍

QUOTE DI PARTECIPAZIONE AL CORSO (a persona) 🎟:

80,00 💶 Corso di Formazione Jellyfish Watching  + 4 ore di Lezioni in aula (In-door) teoria + 1 uscita pratica in mare + Attività di Snorkelimng + Attività sul Campo + 1 Laboratorio di Biologia Marina + Diploma Ufficiale di Jellyfish watcher + Festa Finale con Consegna Diplomi e Cena Sociale*
🎫60,00 💶 Per Abbonati con Naturalmente Salento stagione escursionistica in corso
🎫50,00 💶  Per Ragazzi 12 anni in su

►Le quote verranno versate su conto corrente tramite Bonifico Bancario o Direttamente Versate al Responsabile di Naturalmente Salento o al responsabile del Corso.

**Gli abbonati dovranno presentare la Tessera Abbonamento alla Stagione Escursionistica in corso

LA QUOTA INCLUDE

►CORSO di Formazione Jellyfish Watching 
►Istruttore Corsi Base di Escursionismo Certificato Aigae
►4 ore di Lezioni in aula (In-door)
►1 uscita pratica (Outdoor)
►Diploma Corso di Jellyfish Watching
►Guida Ambientale Escursionistica (A.i.g.a.e)
►Snorkeling & Attività sul campo
►Ecologo e Biologo Marino
►Educazione Ambientale
►Accompagnatore
►Attrezzature escursionistiche
►Assicurazione
►Cena sociale e consegna Diplomi
CALENDARIO CORSI di Formazione Jellyfish Watching con Patrocinio Aigae
Segui il Calendario delle attività nella sezione Eventi della nostra Pagina Facebook
►6/6/2020 Sede di Svolgimento: Otranto – Stazione a Sud Est
ATTIVATO

ℹ️INFO & ISCRIZIONI

Per informazioni, dettagli e prenotazioni contattare: naturalmente.salento@gmail.com
📲Tel/WhatsApp: 338-7799477 (Francesco)

Per prenotare ed iscriversi on line al corso:

☑️Compilare il Modulo di iscrizione On Line al Corso di Formazione Jellyfish Watching (A.i.g.a.e) al seguente link:  Modulo di iscrizione  On Line al Corso di Formazione Jellyfish Watching: riconoscimento e biomonitoraggio delle meduse nel mar mediterraneo

☑️Compilare il Modulo di iscrizione Cartaceo al Corso di Formazione Jellyfish Watching (A.i.g.a.e) al seguente link: Modulo di iscrizione  cartaceo al Corso di Formazione Jellyfish Watching: riconoscimento e biomonitoraggio delle meduse nel mar mediterraneo

☑️Effettuare Pagamento tramite Bonifico Bancario o direttamente pagando in contanti al Responsabile di Naturalmente Salento o all’Istruttore Aigae almeno 15 giorni prima dell’inizio del Corso

☑️Inviare on line a naturalmente.salento@gmail.com la copia del Modulo di iscrizione cartaceo al Corso di Formazione  firmata la Ricevuta del Bonifico Bancario

Info pagamenti

DETTAGLI BANCARI 

IBAN: IT31Q0306916099100000002205

BIC:BCITITMM

  • Banca:Intesa San Paolo
  • Filiale: 04022,Piazza Mazzini,59,73100 Lecce
  • Intestato a : Chiappalone Francesco
  • Indirizzo beneficiario: Via Carlo Massa 29, 73100, Lecce (LE)
  • CAUSALE: Iscrizione Corso Base di Escursionismo (A.i.g.a.e) per: cognome e nome del partecipante al corso, Data Inizio Corso e Sede di svolgimento **Esempio: Iscrizione Corso Base di Escursionismo Aigae, Mario Rossi, 4 Aprile 2020, Otranto.
DETTAGLI ORGANIZZATIVI📋
►Direzione Organizzativa: Naturalmente Salento®
►Responsabile del Corso: Francesco Chiappalone
►Istruttori Corso di Formazione: Francesco Chiappalone (A.i.g.a.e)
►Docenti del Corso: Francesco Chiappalone (A.i.g.a.e), Andrea Seviroli (A.i.g.a.e)
►Guide Ambientali Escursionistiche (Aigae): Francesco Chiappalone, Andrea Seviroli.
►Biologi ed Ecologi Marini: Francesco Chiappalone, Andrea Seviroli, Francesca Nemola, Raffaele De Giorgi
►Accompagnatori: Andrea Agrosi, Vito Santoro,
►Itinerari ideati da: Francesco Chiappalone